A26, tratta gratuita tra Ovada e Masone da venerdì 27 dicembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Dicembre 2019 19:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2019 19:29
A26, tratta gratuita tra Ovada e Masone da venerdì 27 dicembre

Un tratto di A26 (foto ANSA)

ROMA – Sarà gratuita da domani, 27 dicembre, fino a cessate necessità il tratto autostradale dell’A26 fra Ovada e Masone. Lo rende noto la Regione Liguria, spiegando che la richiesta ad Aspi era stata avanzata da Regione Liguria e Regione Piemonte in seguito alla frana al km 73+450 della SP456 del Turchino. “Ringraziando per la disponibilità e considerata la drammatica situazione infrastrutturale e l’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito la Liguria – si legge sul profilo facebook – Regione Liguria rende inoltre noto di aver ribadito ai concessionari autostradali la richiesta di gratuità di tutta la rete fino a termine emergenza, richiesta già avanzata nei mesi scorsi”.

La richiesta era stata avanzata congiuntamente con la lettera del 24 dicembre scorso dai presidenti di Regione Liguria e regione Piemonte, Giovanni Toti e Alberto Cirio. “Da domani anche il tratto autostradale tra Masone e Ovada sarà gratuito. Grazie alla richiesta congiunta di Regione Liguria e Regione Piemonte e ai costanti colloqui con i vertici di Società Autostrade anche in questi giorni di festa, arriva un piccolo aiuto agli abitanti che vivono il disagio della interruzione, a causa di una frana, della viabilità ordinaria del Passo del Turchino”, ha commentato il governatore ligure. Il tutto – riferisce un comunicato – dopo che Toti “ha contattato direttamente l’ad di Autostrade, Tomasi, in assenza di risposte dal Ministero delle Infrastrutture”.

Toti aggiunge che da qualche giorno è gratuito anche il tratto Chiavari-Rapallo sempre a causa di una frana che interrompe l’Aurelia tra i due paesi, “speriamo di tornare alla normalità i primi giorni dell’anno nuovo”. Il governatore dice inoltre “stiamo costantemente lavorando anche per ridurre l’impatto dei lavori necessari a ripristinare la rete dopo le piogge che hanno danneggiato parti importanti della carreggiata. Anche a Natale abbiamo lavorato per cercare di ridurre i danni provocati dalle emergenze meteo. Ora aspettiamo risposte dal Ministero delle Infrastutture e Trasporti, responsabile della rete autostradale. Abbiamo chiesto, più volte, nelle scorse settimane, un tavolo per coordinare i cantieri, la sicurezza in galleria e sui viadotti, la gratuità di parte della rete, le nuove infrastutture come la Gronda. Speriamo che Capodanno porti consiglio e qualche risposta. Non abbiamo più tempo…”. Toti sottolinea come, alla vigilia dell’apertura di nuovi cantieri nelle autostrade liguri che rischiano di paralizzare il traffico, ancora gli enti locali non siano mai stati convocati dal Mit con i concessionari, nonostante l’invio di ben quattro lettere senza risposta in cui si chiedeva l’apertura di un tavolo di confronto operativo su temi così importanti. 

Fonte: AGI.