Abiti destinati alle discariche diventano cult per sfilata

Pubblicato il 6 Febbraio 2012 19:06 | Ultimo aggiornamento: 6 Febbraio 2012 19:13

EMPOLI (FIRENZE), 6 FEB – Abiti destinati alla discarica recuperati e indossati per una sfilata. Centinaia di persone ieri sera a Pozzale, frazione di Empoli, per una passerella particolare dove erano presenti solo abiti pronti a essere buttati nella spazzatura, recuperati a nuovo e poi regalati a tutti gli spettatori.

La curiosa iniziativa, sostenuta dal Comune e organizzata dall'associazione Lilliput nei locali della casa del popolo, nasce da un mercato, chiamato 'Nonlobuttovia' che si tiene ogni seconda domenica del mese a Empoli dove ogni persona puo' prendere e lasciare gratis oggetti funzionanti, dei quali pero' le persone si vogliono disfare. Molti erano gli abiti rimasti in magazzino, tanti praticamente nuovi, portati ieri sera in passerella. ''Dando una seconda vita agli oggetti – spiega Irene Quercioli, presidente di Lilliput – riusciamo infatti a dare un importante messaggio di sostenibilita' ambientale, oltre che di buon senso''. L'iniziativa empolese si sviluppa anche su internet con un portale omonimo dedicato a oggetti messi on line gratis.