Raccoglievano abiti usati e li rivendevano: 57 denunce

Pubblicato il 6 Luglio 2012 22:24 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2012 0:13

ROMA – Il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale del Comando Provinciale di Potenza del Corpo Forestale ha segnalato alla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo 57 persone per un traffico illecito di indumenti usati.

Tra le persone denunciate, figurano anche 15 funzionari comunali che hanno autorizzato la raccolta di indumenti senza aver verificato il possesso delle autorizzazioni obbligatorie. L’operazione è durata oltre un anno ed ha portato anche al sequestro preventivo di 18 automezzi.

Girando di casa in casa prospettando scopi umanitari e raccattando indumenti nei cassonetti di vari comuni del potentino – secondo quanto reso noto dal Corpo Forestale – i presunti responsabili hanno raccolto un numero enorme di indumenti usati, poi commercializzati sul territorio nazionale (in Basilicata, Abruzzo, Puglia e Calabria) ed internazionale, in particolare in Albania, nel Medio Oriente e nel Nord Africa, dove la merce e’ stata trasferita mediante la falsificazione di documenti doganali.

Il ”giro” d’affari è stato stimato dal Corpo Forestale in “alcuni milioni” di euro: Associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti, falso e truffa le accuse di cui ora dovranno rispondere le persone denunciate.

5 x 1000