Abruzzo e Marche allagati, scuole e ospedali evacuati, bloccata la SS 16

Pubblicato il 14 settembre 2012 13:06 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2012 13:06
maltempo

(Foto Lapresse)

PESCARA – Nubifragi su tutto il centro Italia: sono state colpite soprattutto Pescara, Montesilvano (Pescara), Francavilla (Chieti), e la provincia di Teramo. Gli allagamenti hanno bloccato a casa centinaia di abruzzesi.

Nella zona a sud di Pescara l’acqua ha raggiunto il mezzo metro di altezza. Nella strada che porta all’ospedale si è aperta una voragine. Il vento forte ha fatto danni sul lungomare Nord, trascinando con sé cassonetti dei rifiuti e transenne di ferro.

La mattina del 14 settembre è stata interrotta, a causa del maltempo, la statale 16 Adriatica tra Pineto sud e Silvi. Per il fango è stato anche chiuso provvisoriamente un tratto di tre chilometri della strada statale 81, tra Cellino Attanasio e Montefino (Teramo). Sempre in provincia di Teramo è straripato il torrente Cerrano, a Silvi.

A Pescara per la pioggia è stato chiuso il reparto di Radiologia e Medicina Nucleare dell’ospedale: per delle infiltrazioni sono crollate alcune controsoffittature. I macchinari per risonanze magnetiche e tac hanno subito danni e sono fuori uso. I pazienti del reparto, che è al piano terra dell’edificio, sono stati trasferiti in altre strutture, con le ambulanze che fanno la spola tra Pescara e gli altri ospedali, in particolare quelli di Chieti e di Popoli (Pescara).

Anche nelle Marche sono moltissimi gli allagamenti e gli smottamenti e nelle province di di Ascoli Piceno e Fermo la situazione sta diventando critica. Le località più colpite sono Grottammare, Cupra Marittima e San Benedetto del Tronto. Qui, nella frazione di Porto d’Ascoli, è stata evacuata la Scuola primaria Alfortville, dopo che un fosso collettore è tracimato, e il parcheggio si è riempito di acqua e fango.

Molti genitori che erano andati a prendere i bambini sono rimasti bloccati in auto perché l’acqua aveva invaso le strade e i sottopassi.

Il sindaco Giovanni Gaspari ha rivolto un appello a uscire di casa solo per motivi di estrema necessità, limitando al minimo gli spostamenti in auto. ”Il livello del fiume Tronto – spiega il primo cittadino su Facebook – è nella norma, mentre il torrente Ragnola preoccupa”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other