Abusi. Genova, Don Riccardo Seppia chiede il rito abbreviato

Pubblicato il 24 novembre 2011 17:07 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2015 17:54

GENOVA, 24 NOV – Don Riccardo Seppia, il parroco di Sestri Ponente arrestato lo scorso maggio nell’ambito di una inchiesta su presunti abusi su minori e cessione di stupefacenti, chiedera’ di essere processato con rito abbreviato. Il suo legale, l’avvocato Paolo Bonanni, depositera’ la richiesta in cancelleria domani mattina. ”Dopo un esame del fascicolo, non essendo emerso alcun elemento nuovo a carico di don Seppia, abbiamo deciso di chiedere l’abbreviato”. ”Non esistono inoltre – prosegue il legale – immagini o filmati appartenenti al parroco anche lontanamente riconducibili alla pedopornografia”.

Nei giorni scorsi si era chiuso l’incidente probatorio dinnanzi al gip Annalisa Giacalone, che aveva rinviato a giudizio il prete e l’ex seminarista Emanuele Alfano, arrestato anche lui nell’ambito della stessa inchiesta.