Abusa di una ragazza in metro poi usa lo spray urticante sui passeggeri. Quarantaduenne arrestato a Milano

Pubblicato il 21 maggio 2010 10:38 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2010 10:38

La metropolitana di Milano

In origine lo spray urticante, che in Italia è stato introdotto grazie al decreto sicurezza, sarebbe dovuto servire a proteggere i più indifesi (o meglio, le più indifese) da violenze e aggressioni. E invece, come previsto dai critici del ddl del ministro dell’Interno Maroni, ad usarlo sono, molto spesso, gli aggressori che hanno a disposizione un’arma – legale – in più.

E’ proprio quello che è successo a Milano, dove una ragazza di vent’anni dello Sri Lanka è stata aggredita su un vagone della metro verde da un milanese, G.B., che l’ha molestata sessualmente . L’uomo, un 42enne, ha stretto con violenza la ragazza, poi ha cominciato a palpeggiarla. I passeggeri a bordo del metrò hanno tentato di aiutare la giovane, ma l’aggressore ha tirato fuori una bomboletta di spray urticante e l’ha spruzzato in viso a due giovani e a una signora.

Il 42enne è poi sceso alla fermata di Caiazzo, ma è stato seguito e bloccato in attesa degli agenti della Polmetro. Due dei passeggeri investiti dal gas hanno rifiutato le cure in ospedale, mentre una signora, che si trovava in metrò con una bambina, è stata portata al Fatebenefratelli in osservazione. G.B. è accusato di violenza sessuale e lesioni.