Abusivismo: via agli abbattimenti nel napoletano

Pubblicato il 14 Aprile 2010 18:24 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2010 18:24

Cominceranno domattina le operazioni di abbattimento di cinque manufatti abusivi a Sant’Antonio Abate (Napoli). Tra gli immobili che saranno demoliti ci sono anche una mansarda e un torrino del complesso turistico “La Sonrisa”, noto soprattutto perché vi si svolgono spettacoli canori trasmessi da emittenti televisive nazionali.

L’operazione è coordinata dalla Procura generale di Napoli, che sta dando attuazione, di concerto con la Procura della Repubblica, a un piano di abbattimenti di edifici dichiarati abusivi da sentenze di condanna passate in giudicato. Per gli interventi di domani saranno spesi circa 400.000 euro, ottenuti dal Comune attraverso mutui con la Cassa depositi e prestiti; il Comune si rivarrà poi sui proprietari esigendo il rimborso attraverso le cartelle esattoriali.

A garantire l’ordine pubblico sarà la polizia; nei giorni scorsi gli interventi sono stati concordati nel corso di riunioni in Questura. Per quanto riguarda “La Sonrisa”, è abusiva una sopraelevazione di circa quattrocento metri quadri nella quale sono state ricavate dieci camere. Contro la sentenza di condanna di primo grado non è mai stato presentato appello.