Accusa a Umberto I: “Mia moglie è morta cadendo da letto”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2015 16:29 | Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2015 16:29
Accusa a Umberto I: "Mia moglie è morta cadendo da letto"

Accusa a Umberto I: “Mia moglie è morta cadendo da letto”

ROMA – “Mia moglie è morta cadendo dal letto“. Queste le pesanti accuse che un marito affranto ha rivolto ai medici del policlinico Umberto I di Roma. La donna, che aveva 81 anni, è morta lo scorso 13 settembre nel reparto di Cardiologia dell’ospedale dove era ricoverata da tempo. La Procura indaga per omicidio colposo e ha disposto l’autopsia sul cadavere della signora. I risultati sono attesi tra sessanta giorni.

A insinuare il tarlo nella testa dell’anziano vedovo sarebbe stata una fonte anonima del reparto. Queste le parole dell’uomo messe a verbale, riportate dal Corriere della Sera:

“Quando domenica ho saputo della causa della morte di mia moglie per un arresto cardiaco, purtroppo non ci ho trovato niente di strano, se non la tristezza di perdere la donna che amavo. Ormai sapevo che poteva succedere da un momento all’altro. Poi sono stato avvicinato da una persona dello staff medico dell’ospedale che mi ha riferito come in realtà dietro la scomparsa della mia compagna si nasconda un’altra verità. Mia moglie è caduta dal letto, un impatto violento che ha provocato la sua morte. Quando si sono resi conto della gravità dell’accaduto hanno provato a nascondere l’incidente riponendo mia moglie sul letto. Non so se quanto mi hanno riferito è vero, ma indagate”.

Secondo le ipotesi degli inquirenti, la donna sarebbe effettivamente caduta dal letto ma il personale medico se ne sarebbe accorto soltato dopo diverse ore. Motivo per cui avrebbe cercato poi di occultare l’incidente. Spetta ora al medico legale stabilire quale sia stata l’effettiva causa del decesso.