Acireale/ Ritratta Ivan Azzarelli, il fratello del bambino sbranato: “Quelli vicino casa mia non sono i miei cani”

Pubblicato il 23 Luglio 2009 17:06 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 17:10

azzarelli1Ivan Azzarelli si corregge. «Quelli trovati nel terreno abbandonato vicino casa mia, non sono i miei cani. Io da loro ci andavo una volta ogni tanto, gli davo da mangiare perché mi facevano pena», ha dichiarato ad un’emittente televisiva catanese il fratello di Giuseppe, il bambino di 7 anni sbranato ad Acireale.

Davanti ai carabinieri aveva ammesso che di quei cani si occupava lui. Adesso invece il ragazzo afferma che «tutti in quella zona davano da mangiare ai cani, sono randagi e scendevano sempre in quel fondo». Ivan ha anche detto di non sapere se in quel terreno abbandonato qualcuno praticasse l’addestramento clandestino dei cani.