Adolfo Hornbostel muore soffocato in incendio per un mozzicone di sigaretta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 febbraio 2014 15:43 | Ultimo aggiornamento: 16 febbraio 2014 15:44
Adolfo Hornbostel muore soffocato in incendio per un mozzicone di sigaretta

Adolfo Hornbostel muore soffocato in incendio per un mozzicone di sigaretta

PADOVA – Soffocato in casa dall’incendio causato da un mozzicone di sigarettaAdolfo Hornbostel, 84 anni, è morto così. L’uomo viveva solo, a Padova, ed aveva problemi di salute: per camminare era costretto ad appoggiarsi ad un treppiede, e nel soggiorno della casa i soccorritori hanno trovato una bombola d’ossigeno sanitario, che per fortuna non è stata sfiorata dalle fiamme.

L’allarme è scattato poco prima delle 8 di domenica mattina, quando gli altri condomini hanno avvertito un odore acre sempre più forte e si sono accorti del fumo nero che usciva dall’appartamento al secondo piano, quello dell’anziano.

I vigili del fuoco giunti sul posto, in via Novara, hanno dovuto abbattere il portoncino d’ingresso, ma una volta fattisi largo nel fumo che invadeva completamente l’alloggio hanno scorto il cadavere dell’anziano, a terra in bagno.

Per l’uomo non è stato possibile alcun soccorso. E’ morto probabilmente per soffocamento a causa della grande quantità di fumo inalata. La causa del rogo, secondo i primi accertamenti, è stata con ogni probabilità un mozzicone di sigaretta non spento: l’uomo era un fumatore e potrebbe essersi addormentato con la sigaretta accesa.

Le fiamme sono partite dalla camera da letto. La cenere del mozzicone ha fatto presa prima sulle lenzuola, quindi sul materasso, e da lì in poi l’appartamento è stato invaso dalle fiamme e dal fumo. Il fatto che il corpo sia stato trovato nel bagno potrebbe significare che l’anziano ha cercato disperatamente si mettersi in salvo, o quantomeno di arrivare ad aprire una finestra per chiedere aiuto.