Affari con i boss della ‘ndrangheta, arrestati dirigenti Anas e Condotte

Pubblicato il 11 Gennaio 2012 9:38 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2012 9:47

REGGIO CALABRIA, 11 GEN – Tre dirigenti di Condotte d'acqua Spa ed uno dell'Anas sono tra le 21 persone arrestate dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria in un'operazione contro le cosche della 'ndrangheta della fascia ionica.

I quattro, che secondo quanto si e' appreso operavano a livello regionale, sono accusati concorso esterno in associazione mafiosa, per contiguita' con la 'ndrangheta.

Le indagini dei carabinieri hanno documentato le infiltrazione delle cosche della fascia ionica negli appalti per la realizzazione di importanti opere pubbliche. In particolare, scrive l'Ansa, e' emerso che nell'appalto relativo all'ammodernamento della strada statale 106 e nella costruzione della variante stradale del Comune di Palizzi, l'organizzazione criminale ha condizionato tutte le fasi: dal ciclo del calcestruzzo, alle assunzioni, alle forniture di cantiere e alle procedure di sub appalto e nolo.

Il provvedimento ha interessato dunque i dirigenti della societa' appaltatrice (Condotte d'Acqua) e dell'ente appaltante (Anas).