Afghanistan/ Cambia la legge sui limiti fisici di arruolamento. Ora Giusy, la figlia di un militare ucciso, può entrare in Accademia

Pubblicato il 24 Luglio 2009 10:37 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 10:37

giusyGiusy non era all’altezza dell’esercito, col suo metro e mezzo di statura. Ma di mantenere una promessa sì. E allora il Senato l’ha accontentata, modificando l’articolo 6 del decreto legislativo 82 del 2001, che stabiliva i limiti fisici all’arruolamento dei congiunti delle vittime militari nelle missioni di pace. Il limite di altezza per l’ingresso delle donne è passato da 1 metro e 61 a 1,50. Così ora Giusy Pezzullo potrà entrare in Accademia, comunque «dopo il diploma».

Lei è la figlia di Giovanni Pezzulo, il sottotenente ucciso in Afghanistan il 13 febbraio del 2008. L’uomo era stato crivellato di colpi mentre distribuiva aiuti nella valle di Uzeebin, 60 chilometri da Kabul, in quella che doveva essere la sua ultima missione. Dopo essere sopravvissuto anche alla strage di Nassirya.

Al suo funerale, Giusy si era impegnata a continuarne la missione in divisa. Ora finalmente potrà mantenere la promessa.