Afghanistan/ Il 56% degli italiani è favorevole al ritiro delle truppe. Lo dicono anche gli elettori del centrodestra

Pubblicato il 30 Luglio 2009 9:04 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 9:07

afghanistan21La maggioranza degli italiani resta scettica sulla missione militare in Afghanistan. In un sondaggio pubblicato su “Repubblica” emerge che il 56% sarebbe favorevole al ritiro delle truppe. Nel febbraio 2007, durante il Governo Prodi, i favorevoli al ritiro erano il 54%.

Di questo 56%, il 34 ritiene che il ritiro debba essere graduale, in modo da andare incontro anche alle esigenze degli alleati. Il restante 22% pensa invece che bisognerebbe far tornare subito i militari in Italia, senza “se” e senza “ma”.

La scelta del disimpegno sembra però sganciarsi dal clima del momento o dal grado di percezione del pericolo: gli italiani che temono un attacco terroristico nel nostro Paese sono scesi in due anni dal 63 al 54% mentre il 25% pensa che Osama Bin Laden sia morto.

Le forti perplessità verso la missione si trasformano in rifiuto se si passa all’analisi di uno scenario in cui l’Italia figuri maggiormente impegnata nel conflitto. In questo caso il fronte dei contrari al potenziamento delle forze in campo con più uomini e più mezzi sale al 69% e divide esattamente a metà lo schieramento degli elettori del centrodestra.