Agguato nelle campagne in Sardegna: spari contro due allevatori

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 dicembre 2016 5:30 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2016 1:54
Agguato nelle campagne in Sardegna: spari contro due allevatori

Agguato nelle campagne in Sardegna: spari contro due allevatori

BORORE (NUORO) – Agguato nelle campagne di Borore, piccolo Comune sardo in provincia di Nuoro. Sabato 3 dicembre due allevatori, Gavino Muroni, di 41 anni, ed il suo aiutante Pietro Derudas, di 27 anni, sono sfuggiti quasi per miracolo ad un agguato nelle campagne del paese, in località Funtana Manai.

Nel tardo pomeriggio di sabato, intorno alle 18 circa, i due, che stavano andando via dall’ovile con la loro auto, sono stati investiti da una raffica di colpi di pistola. Con molto coraggio sono riusciti a scendere dall’auto e a scappare a piedi, e solo grazie alla loro prontezza di riflessi sono rimasti illesi.

L’agguato, spiega Francesco Oggianu su l’Unione Sarda, è scattato davanti al cancello dell’azienda di allevamento: i killer erano appostati dietro ad un muretto a secco.

Appena hanno sentito i colpi Muroni e Derudas sono scesi dalla loro Fiat Stilo e hanno iniziato a correre alla cieca nelle campagne, restando miracolosamente illesi, mentre i due aspiranti killer sono fuggiti, dileguandosi nella notte.

Subito Muroni e Derudas hanno chiamato la polizia, che ha avviato le indagini del caso  ed eseguito i rilievi per ricostruire la dinamica dell’agguato.