Agrigento, schiaffi e umiliazioni a due migranti. Poliziotto sollevato dopo video

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2020 20:08 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2020 20:08
Poliziotto umilia e schiaffeggia migranti ad Agrigento

Agrigento, schiaffi e umiliazioni a due migranti. Poliziotto sollevato dopo video

AGRIGENTO – E’ diventato virale il video, che ritrae un poliziotto mentre schiaffeggia un immigrato e costringe altri profughi a schiaffeggiarsi a vicenda come “punizione” per aver tentato la fuga da un centro d’accoglienza.

La vicenda già nota ha portato all’iscrizione dell’agente nel registro degli indagati con l’accusa di abuso dei mezzi di correzione, dopo la segnalazione fatta dalla Questura alla Procura di Agrigento.

Il poliziotto è stato anche sollevato dall’incarico: non presterà più servizio nel centro d’accoglienza dove si sono svolti i fatti.

Ad assistere alla scena sono stati non solo altri migranti, ma almeno altri quattro agenti.

Agrigento, schiaffi e umiliazioni: la vicenda

A quanto riportato il poliziotto, dopo un tentativo di fuga di alcuni migranti, avvenuto nei primi giorni di giugno, avrebbe umiliato due di loro, nel frattempo bloccati, forse per dare una “lezione” agli altri.

I due tunisini, di cui uno minorenne, erano stati messi in quarantena anti-Covid nel centro di accoglienza di contrada Ciavolotta ad Agrigento.

“Sei l’ospite e devi rispettare la legge, adesso inginocchiatevi e schiaffeggiatevi a vicenda”, sarebbe stato detto ad uno dei migranti. I due ragazzi sarebbero stati costretti a inginocchiarsi davanti a tutti gli ospiti della struttura, uno di fronte all’altro, e invitati a schiaffeggiarsi reciprocamente.

Il poliziotto, inoltre, avrebbe colpito con due schiaffi uno dei due esortando l’altro a “fare l’uomo”. 

Aperta un’inchiesta

Mercoledì pomeriggio, secondo quanto disposto dal gip Alessandra Vella e chiesto dal pm Cecilia Baravelli, si terrà l’incidente probatorio.

Cinque dei tunisini, fra cui i due che sarebbero stati costretti a schiaffeggiarsi fra loro, saranno interrogati dallo stesso gip, dal pm e dal difensore del poliziotto indagato, l’avvocato Daniela Posante. (fonte ANSA)