Migranti, nave Aita Mari bloccata a Palermo: fermo amministrativo come per Alan Kurdi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Maggio 2020 23:02 | Ultimo aggiornamento: 6 Maggio 2020 23:02
aitaAita Mari ferma a Palermo: bloccata la nave che soccorre i migranti

Aita Mari ferma a Palermo: bloccata la nave che soccorre i migranti (Foto archivio ANSA)

ROMA – La Guardia costiera ha bloccato nel porto di Palermo la nave spagnola Aita Mari che soccorre i migranti in mare.

I militari hanno riscontrato diverse irregolarità a bordo della nave spagnola.

Per questo motivo, è scattato il fermo amministrativo dell’Aita Mari.

La stessa situazione si era verificata già il 5 maggio a Palermo per la nave ong Alan Kurdi.

Le due navi si occupano del soccorso dei migranti in mare e si trovano quindi bloccate.

Una volta nel porto di Palermo, i migranti sono stati trasferiti trasferiti sulla nave Rubattino per la quarantena.

La Guardia costiera ha riscontrato diverse irregolarità che compromettono sia la sicurezza degli equipaggi, che quella delle persone soccorse e recuperate a bordo.

Inoltre, sono state “accertate anche alcune violazioni delle normative a tutela dell’ambiente marino”.

Guardia Costiera, come funzionano i controlli

Lo Stato di bandiera ha la responsabilità di intervenire per sanare le irregolarità riscontrate.

La Guardia costiera ha svolto le ispezioni nell’ambito dei consueti controlli di sicurezza e di tutela dell’ambiente marino.

Si tratta di ispezioni che vengono svolte normalmente sulle navi di bandiera straniera che arrivano nei porti italiani.

L’obiettivo è garantire sia la sicurezza degli equipaggi che delle persone trasportate.

Inoltre, i controlli permettono di verificare il rispetto delle norme per la prevenzione degli inquinamenti marini. (Fonte: ANSA)