Al Bano Carrisi, furto nella sua tenuta di Cellino San Marco

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2018 13:35 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2018 13:35
Al Bano Carrisi, furto nella sua tenuta di Cellino San Marco

Al Bano Carrisi, furto nella sua tenuta di Cellino San Marco

CELLINO SAN MARCO (BRINDISI) – Brutta notte per Al Bano Carrisi. Ladri sono entrati nella sua tenuta di Cellino San Marco, in provincia di Brindisi. E’ accaduto nella notte tra il 17 e il 18 settembre.

La banda è riuscita a passare dal muro di recinzione dietro la piscina, e la presenza di decine di ospiti dell’hotel non è servita a tenerla alla larga.

I ladri hanno portato via, tra le varie cose, 92 cartoni contenenti bottiglie di vino che erano custoditi nella torretta che sorge vicino alla piscina. Hanno anche portato via un robot per la pulizia della vasca e un’affettatrice. Sono riusciti a trasportare tutto all’esterno della tenuta e a caricare il maltolto sul mezzo con cui erano arrivati.

E’ stato il personale di servizio dell’hotel ad accorgersi di quanto accaduto. Di prima mattina lo staff ha scoperto gli involucri di cartone lasciati dai rapinatori fuori dalla struttura. Subito è scattata la segnalazione alle forze dell’ordine ed è stato avvisato Al Bano, volato a Milano qualche giorno prima.

Amaro il suo commento: “Sono affranto per quello che è successo. Io continuo ad investire in questa terra, la amo, cerco di valorizzarla al massimo, ma di fronte a fatti del genere, che colpiscono Albano, come tante altre persone, mi cadono le braccia. Questa terra ha bisogno di altro per crescere e non certamente di questo”.

Non si tratta, infatti, del primo episodio del genere. Lo scorso maggio qualcuno è entrato nella masseria “Mea” e ha sradicato piante di ortaggi da poco messe a dimora e utilizzate dai cuochi per la preparazione dei piatti servite nel ristorante “Don Carmelo”.