Ala Ceoban rintracciata e espulsa dall’Italia: è la moldava del delitto di Gradoli

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 marzo 2018 11:10 | Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2018 11:10
Tarquinia: Ala Ceoban rintracciata e espulsa dall'Italia: è la moldava del delitto di Gradoli

Ala Ceoban rintracciata e espulsa dall’Italia: è la moldava del delitto di Gradoli

TARQUINIA – Ala Ceoban è stata rintracciata e espulsa dall’Italia.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Si tratta della moldava citata che era stata condannata e poi assolta per il delitto di Gradoli, per il quale Paolo Esposito sta scontando l’ergastolo. Ala è stata trovata a Tarquinia (in provincia di Viterbo) dopo la puntata di Storie Maledette in cui si è parlato proprio di quell’omicidio.

Ala era l’amante di Paolo, che era sposato con la sorella Tatiana: ed è proprio Tatiana una delle due vittime dell’omicidio, insieme alla figlia Elena (che all’epoca dei fatti aveva 13 anni).

Come scrive Raffaele Strocchia su Tuscia Web:

Nell’aprile del 2015 Ceoban era uscita dal carcere, dopo sette anni trascorsi dietro le sbarre del penitenziario femminile di Civitavecchia.

I poliziotti hanno rintracciato la 33enne questa mattina nel centro della cittadina marittima, grazie al rilevamento di un money transfer utilizzato dalla donna.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other