Alain Fourré morto di fame dopo digiuno di purificazione. Grave la compagna

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 Gennaio 2015 18:54 | Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio 2015 18:54
Alain Fourré morto di fame dopo digiuno di purificazione. Grave la compagna

Alain Fourré morto di fame dopo digiuno di purificazione. Grave la compagna

TORINO – Avevano cominciato assieme una sorta di rito del digiuno, per purificare il corpo. Alla fine Alain Renè Francois Fourrè, un francese di 61 anni residente a Issiglio, vicino Ivrea, è morto di fame. La sua compagna, un’infermiera di 48 anni, ci è andata vicina: ora è ricoverata in condizioni critiche all’ospedale. I carabinieri indagano: il sospetto è che i due fossero legati a una qualche setta religiosa. 

Fourrè abitava in paese da 4 anni in una cascina da lui ristrutturata per trascorrerci la pensione. Proprio lì, sabato scorso, i carabinieri lo hanno trovato cadavere. A chiamare i soccorsi era stata la compagna che da alcune settimane aveva smesso di nutrirsi, insieme a Fourrè. Per lui non c’era più nulla da fare mentre lei, gravissima, è stata portata d’urgenza all’ospedale di Ivrea.

Il medico legale intervenuto sul posto ha accertato il decesso per “estremo deperimento organico con cachessia“. Circostanza poi confermata lunedì, quando sono stati trovati alcuni biglietti del pensionato in casa nei quali parlava di un non meglio precisato “percorso di purificazione”. Secondo quanto riportato dal quotidiano la Repubblicalui e la convivente si facevano chiamare “sacerdoti” da un piccolo gruppo di adepti conosciuto in paese per le “feste della luna piena”.

La salma è stata trasportata alla camera mortuaria di Cuorgnè e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.