Alberto Bevilacqua, autopsia esclude deficit di assistenza e terapia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2013 12:40 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2013 12:41
Alberto Bevilacqua, autopsia esclude deficit di assistenza e terapia

Alberto Bevilacqua (Foto LaPresse)

ROMA – Alberto Bevilacqua è morto il 9 settembre a Roma per uno scompenso cardiaco dovuto a una insufficienza multiorgano. Questi i primi risultati dell’autopsia sul corpo dello scrittore, per cui quattro medici della clinica Villa Mafalda di Roma sono indagati per omicidio colposo. Dall’esame autoptico, secondo quanto afferma il legale della sorella di Bevilacqua, “non sembrerebbero emersi deficit al livello di assistenza e di terapia”.

Secondo il penalista, Francesco Caroleo Grimaldi, che per gli accertamenti ha nominato il professore Enrico Marinelli, “purtroppo quando c’è un lungo decorso, si va a generare un deficit del sistema immunitario che produce complicazioni (come piaghe da decubito o infezioni) che alla lunga non possono che condurre a un esito letale”. L’autopsia si è svolta presso l’istituto di medicina legale della Sapienza.