Cronaca Italia

Alberto Stasi, gli avvocati difensori denunciano: “Minacce contro di noi”

alberto-stasi-avvocati-minacce

Fabio Giarda e Giada Boccellari, avvocati difensori di Alberto Stasi (Foto Ansa)

MILANO – Gli avvocati difensori di Alberto Stasi, Fabio Giarda e Giada Bocellari, hanno sporto una denuncia a carico di ignoti per atti persecutori su presunti episodi di stalking. L’inchiesta è stata aperta dalla procura di Milano nei giorni scorsi.

L’inchiesta, coordinata dal pm Alberto Nobili, è stata avviata in seguito alla denuncia presentata ai carabinieri degli avvocati dell’ex studente bocconiano che sta scontando 16 anni di carcere per l‘omicidio dell’allora fidanzata Chiara Poggi.

Gli avvocati nel loro esposto avevano spiegato di essere stati vittime di intimidazioni da parte di persone a loro sconosciute con lo scopo di fermare indagini difensive che da tempo stanno portando avanti. Inoltre nel loro esposto hanno segnalato di aver scoperto che qualcuno sarebbe venuto a conoscenza in anticipo delle loro mosse investigative finalizzate a trovare una verità alternativa a quella stabilita dalla Cassazione che ha ritenuto Stasi responsabile dell’assassinio di Chiara avvenuto il 13 agosto 2007 a Garlasco (Pavia).

Lo scorso aprile erano stati invece gli avvocati Giarda e Bocellari, a venir querelati per calunnia, falso ideologico e violazione della privacy da Andrea Sempio, il giovane indagato per l’omicidio di Chiara Poggi (avvenuto a Garlasco il 13 agosto 2007) in seguito a una segnalazione alla magistratura degli stessi difensori di Stasi e la cui posizione è stata poi archiviata.

Sempio, che all’epoca dell’omicidio aveva 18 anni ed era amico del fratello della vittima, aveva riacceso le speranze di Stasi, al momento l’unico condannato in via definitiva a 16 anni. Nel suo provvedimento di archiviazione il gip ha sottolineato “l’inconsistenza degli sforzi profusi dalla difesa Stasi tendenti a rinvenire un diverso, alternativo, colpevole dell’uccisione di Chiara Poggi”.

To Top