Albizzate (Varese), parla il sindaco: “Li ho lasciati passare, poi non li ho più visti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Giugno 2020 8:58 | Ultimo aggiornamento: 25 Giugno 2020 8:58
Albizzate, una foto Ansa sul luogo del crollo

Albizzate (Varese), parla il sindaco: “Li ho lasciati passare, poi non li ho più visti” (foto d’archivio Ansa)

ROMA –  Mirko Zorzo, sindaco di Albizzate, è vivo per miracolo.

È stato lui l’ultima persona a vedere vivi Fouzia, la giovane mamma marocchina e i suoi due bimbi, Soulaymane e Yaoucut, morti sotto le macerie dopo il crollo di un cornicione ad Albizzate, Varese.

“Ero sul marciapiede – racconta Zorzo al Giorno – ho lasciato passare la signora con i suoi bambini, pochi secondi e non li ho più visti”.

Il primo cittadino si è salvato perché camminava sotto l’arcata (che è rimasta in piedi) per far passare la mamma con i suoi due bimbi.

Salvo un terzo figlio della donna.

“D’un tratto mi sono sentito avvolto dalla polvere – continua – quando sono riuscito ad aprire gli occhi mi sono reso conto che quella famiglia era rimasta sotto”.

Albizzate, la testimonianza: “Un boato assurdo. Come un esplosione”

“E’ stato un boato assurdo, come un’esplosione”, ha raccontato una dipendente del Crai che si trova di fronte all’edificio del crollo.

Nonostante lo choc, la donna si è accorta di quel bambino in lacrime di fronte alla famiglia sterminata:

“Piangeva e voleva la mamma, io ho cercato di calmarlo”, racconta con quel “gran boato” ancora nelle orecchie.

“L’ho portato nel supermercato – aggiunge – finché non è arrivato il papà, che era al lavoro”.

Il cordoglio della politica è unanime: è “una tragedia immane, che ci lascia increduli e attoniti – commenta Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati -.

Un tetto crolla e una madre con i suoi due bambini perdono inspiegabilmente la vita. Silenzio e preghiera per questi angeli”.

Parla di una “tragedia che lascia senza parole” anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che attraverso i social rivolge “una preghiera per le vittime, tra cui una bimba piccolissima” e ringrazia “vigili del fuoco e volontari”.

“Un abbraccio commosso a tutta la comunità di Albizzate – conclude l’ex ministro dell’Interno -: è un dolore immenso”. (Fonti: Il Giorno, Ansa).