Alda D’Eusanio diffamata per frasi su coma vegetativo? Avvenire a processo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2015 8:44 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2015 11:20
Alda D'Eusanio diffamata per frasi su coma vegetativo. Avvenire a processo

Alda D’Eusanio diffamata per frasi su coma vegetativo. Avvenire a processo

ROMA – Alda D’Eusanio vittima di diffamazione da parte di Avvenire. Ne è convinto il pm che ha disposto il rinvio a giudizio di Lucia Bellaspiega, autrice dell’articolo contestato e del direttore della testata Marco Tarquinio.

I fatti contestati risalgono al 2013 quando D’Eusanio, in una puntata de “La vita in diretta”, dopo un servizio sul coma vegetativo rivolgendosi idealmente alla madre chiese di non farla vivere “dieci anni così”. Il riferimento di D’Eusanio era alla vicenda di Max Tresoldi, risvegliatosi nel 2001 dopo dieci anni di coma.

Quel “mamma non fare come la mamma di Max, non farmi vivere così” fu definito da Bellaspiga un “intervento choc contro la disabilità”. Per questo D’Eusanio ha querelato e secondo il pm ci sono gli estremi per il rinvio a giudizio.