Aldo Naro, la sorella su Facebook: “Ti hanno lasciato da solo, bastardi…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2015 9:25 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2015 9:32
Aldo Naro (foto Facebook)

Aldo Naro (foto Facebook)

PALERMO – “Fratellino sei stato un angelo nella vita di chiunque ti abbia conosciuto… Ti voglio bene mi dispiace ci dovrei essere io al posto tuo. Riposa in pace amore mio”: queste le parole di Maria Chiara Naro, sorella di Aldo, il giovane venticinquenne picchiato e ucciso nella notte tra venerdì e sabato 14 febbraio nella discoteca Goa a Palermo.

“Hanno preso a pedate e a bottigliate in testa il mio fratellino – scrive ancora la sorella di Aldo Naro – e l’hanno lasciato tutto solo! Mi dispiace, mi dispiace… Ci manchi tanto, bastardi che siete”. Aldo Naro stava festeggiando la laurea in Medicina in discoteca. Poi un litigio scoppiato, come ricostruito dai carabinieri, per un cappellino.

Il litigio si è trasformato in pestaggio, Naro è stato colpito a pugni e calci, ed è caduto a terra tramortito. Forse proprio mentre era a terra gli è arrivato un ultimo calcio alla nuca. Subito sono arrivati i soccorsi e l’ambulanza del 118 ha portato il giovane a Villa Sofia. Ma senza successo: Aldo è spirato, facendo piombare nell’incubo il padre Rosario Naro, colonnello dei carabinieri, la madre Anna maria Ferrara, insegnante in pensione, e la sorella Chiara.