Alessandra Moretti, bomba carta vicino alla sua casa di Vicenza: ma lei era a Bruxelles (è eurodeputata)

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 11 Febbraio 2021 11:48 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2021 11:48
Alessandra Moretti, bomba carta vicino alla sua casa di Vicenza: ma lei era a Bruxelles (è eurodeputata)

Alessandra Moretti, bomba carta vicino alla sua casa di Vicenza: ma lei era a Bruxelles (è eurodeputata) (Foto d’archivio Ansa)

Bomba carta vicino a casa di Alessandra Moretti, a Vicenza. Un gruppo di ignoti ha lanciato l’ordigno martedì 9 febbraio vicino all’abitazione dell’eurodeputato del Pd. Unanime condanna è arrivata da tutti i gruppi politici.

Tra l’altro la Moretti in quel momento non era in casa. Da quando fa la parlamentare europea, si è infatti trasferita a Bruxelles, dove trascorre la maggior parte del tempo.

Alessandra Moretti, bomba carta davanti alla sua casa a Vicenza

Una bomba carta è stata fatta esplodere da ignoti a Vicenza, nelle prime ore di martedì scorso, lungo un marciapiede nei pressi dell’abitazione dell’eurodeputata Pd Alessandra Moretti. Lo scoppio – riporta il Giornale di Vicenza – è avvenuto tra le ore 2.00 e le 3.00. E’ stato percepito dagli abitanti del quartiere e non avrebbe causato danni a persone o cose. Al momento non sono giunte rivendicazioni.

Moretti, che per il suo impregno parlamentare si è trasferita a Bruxelles, ha detto di attendere gli accertamenti delle forze dell’ordine e della magistratura. Nella zona abitano i suoi genitori e il fratello. Non si escluderebbe una matrice diversa da quella politica.

La condanna del Pd di Vicenza per la bomba vicino casa di Moretti

“Il Partito Democratico della provincia di Vicenza esprime solidarietà e vicinanza all’eurodeputata Alessandra Moretti per il vile attacco avvenuto davanti alla sua abitazione vicentina”. Lo afferma in una nota Chiara Luisetto, Segretaria provinciale Pd.

“Solo vigliacchi pericolosi e violenti – prosegue Luisetto – possono concepire e realizzare azioni di questa gravità. Siamo vicini ad Alessandra e alla sua famiglia, e auspichiamo che le forze dell’ordine facciano presto chiarezza su un gesto che ha il sapore amaro di certo estremismo purtroppo ancora oggi strisciante e capace di atti violenti. Le forze democratiche e le persone che le rappresentano non si faranno intimidire ma continueranno con il dialogo ed il rispetto a costruire una politica del confronto pacifico”.

Bomba davanti a casa di Alessandra Moretti: condanna della Cgil Veneto

La Cgil del Veneto esprime in una nota “tutta la sua solidarietà all’onorevole Alessandra Moretti per quanto accaduto nei pressi della sua abitazione di Vicenza. Saranno gli inquirenti a indagare sulla matrice e sul destinatario del grave atto intimidatorio, anche se sono forti i sospetti che sia proprio l’eurodeputata del Partito democratico l’obiettivo di chi pensa, con la violenza, di condizionare la vita pubblica e il confronto politico”.

“Siamo certi – prosegue il sindacato – che Alessandra non si lascerà intimorire e proseguirà il suo prezioso impegno, che in questi giorni l’ha portata sulla rotta balcanica dove i migranti vivono in condizioni inaccettabili, dopo essere fuggiti da situazioni disperate nei propri paesi di origine”. 

Anche Marcucci del Pd condanna la bomba vicino casa della Moretti

“Un ordigno è stato fatto esplodere vicino casa della nostra Alessandra Moretti. Alessandra è una bravissima eurodeputata del Pd a cui va tutta la nostra solidarietà. Forza Alessandra”. E’ il tweet del capogruppo del Pd al Senato, Andrea Marcucci.