Venezia, scoperto di 1200 euro: la banca sequestra casa a una giovane famiglia

Pubblicato il 20 settembre 2012 9:45 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2012 9:58

PADOVA – Giovane coppia, due figli piccoli. In mezzo a una strada per 1200 euro di scoperto in banca. Succede a Tombelle di Vigonovo, vicino Venezia. La storia la racconta Libero:

Lunedì mattina, Alessandro Antonello e Francesca Masiero, sposati e genitori di due figli piccoli, riceveranno la visita di un architetto incaricato dalla Cassa di Risparmio del Veneto di stimare il valore della loro abitazione di Tombelle di Vigonovo, nel Veneziano. Poi, una volta stabilito il prezzo, l’immobile finirà sul mercato. Il caso, nel giro di poche ore, ha scatenato il finimondo.

Il presidente di Federcontribuenti Italia, Marco Paccagnella, segue la vicenda:

«Sono proprio curioso», dice, «di vedere se l’anno prossimo il presidente della Fondazione, Antonio Finotti, e il presidente di Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, Giovanni Costa, si laveranno ancora la bocca con il bilancio sociale di un istituto che mette in strada una famiglia per mille euro. Credo che si possa dire che in questo caso » prosegue Paccagnella «la Cassa di risparmio del Veneto non abbia dimostrato uno spiccato senso etico. Anzi, si può dire che proprio non ne ha avuto. E pensare che all’ini – zio questi istituti erano nati per la mutualità, e cioè per l’aiuto delle fasce più deboli della cittadinanza».