Alessandro Neri, ritrovato morto a Pescara. E’ omicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 marzo 2018 20:50 | Ultimo aggiornamento: 8 marzo 2018 21:24
Alessandro Neri

Alessandro Neri

PESCARA – Alessandro Neri, 29enne di Spoltore, scomparso lunedì scorso, è stato trovato morto nel pomeriggio alla periferia di Pescara. Si tratta di omicidio.

Il ragazzo è stato colpito da almeno un colpo di arma da fuoco al torace. La posizione in cui è stato trovato il corpo tra alcuni arbusti nei pressi di un corso d’acqua, si apprende da fonti investigative, sarebbe incompatibile con il suicidio. “Ale non c’è più” ha scritto la madre su Facebook.

Ieri, mercoledì 7 marzo, era stata trovata parcheggiata in centro a Pescara la Cinquecento rossa con cui il ragazzo sarebbe arrivato in città. L’auto era stata presa in consegna dagli investigatori.

Il corpo è stato ritrovato dai cani molecolari dopo che il segnale del telefono cellulare del giovane è stato individuato nell’area di Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara.

Domani l’autopsia.

L’esame sarà eseguito dal medico legale Cristian D’Ovidio, che oggi si è occupato dell’ispezione cadaverica sul posto, dopo il recupero del corpo da parte dei Vigili del Fuoco.  Accertamenti sono in corso per capire se il giovane è stato ucciso nel luogo del ritrovamento o se il corpo è stato posizionato lì successivamente. Si lavora anche per chiarire la vicenda dell’automobile del giovane, una Fiat 500 di colore rosso, trovata ieri mattina nel centro di Pescara. C’è da capire da chi e quando il veicolo è stato parcheggiato lì: in tal senso, trattandosi del centro cittadino, potrebbero essere utili ai militari dell’Arma le immagini delle numerose videocamere di sorveglianza presenti in zona. Delle indagini si occupano i Carabinieri della Compagnia di Pescara, agli ordini del capitano Antonio Di Mauro. Amici e conoscenti ricordano Alessandro Neri come “un bravo ragazzo, una persona di buona famiglia” e nessuno riesce a spiegarsi quanto accaduto.