Alessia e Livia Schepp all’estero con documenti falsi? Lettera a Chi l’ha visto

di redazione Blitz
Pubblicato il 18 febbraio 2014 18:04 | Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2014 18:17

scheppROMA – Alessia e Livia Schepp, le gemelline svizzere scomparse da 3 anni, sono vive? L’interrogativo torna d’attualità: una lettera anonima arrivata alla redazione di Chi l’ha visto? suggerisce una nuova pista: “Io ho lavorato per la tipografia che ha stampato i loro passaporti falsi. Le gemelline sono vive”, ha scritto l’anonimo telespettatore.

Il papà delle gemelle ha quindi realizzato passaporti falsi per far emigrare le figlie sotto una nuova identità? Non le ha dunque uccise, prima di uccidersi? Delle bambine non si hanno tracce dal 2011, ma davvero qualcuno si è prestato a stampare documenti falsi per due bambine? E ha taciuto finora nonostante le ricerche incessanti e il dolore della mamma delle piccole?