Alessia Tomassetti e Abide Panik ritrovate a Civitanova Marche

Pubblicato il 29 Settembre 2011 9:04 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2011 9:38

MACERATA, 29 SET – Si sono presentate spontaneamente la notte scorsa al Commissariato di polizia di Civitanova Marche (Macerata) Alessia Tomassetti e Abibe Panik, le due ragazzine di 12 e 14 anni scomparse lunedi’ da Macerata, prima di andare a scuola.

A quanto si e’ appreso stanno bene. Da tre giorni erano in corso ricerche in tutto il Maceratese e anche a Roma.

Alessia e Abibe, quest’ultima una ragazzina di origine kosovara, hanno raccontato di essersi allontanate volontariamente dalla loro citta’, e di aver girovagato per tre giorni nella zona. Proprio ieri sera, il padre della dodicenne, Massimiliano Tomassetti, aveva rivolto un appello alle due fuggiasche dai microfoni della trasmissione Rai Chi l’ha visto: ”Non succede niente – aveva detto rivolto alla figlia – basta che torni…”. Le minorenni erano state avvistate per l’ultima volta lunedi’ mattina, davanti alla Scuola media ‘Mestica’, dove frequentano la seconda D.

L’insegnante che le aveva notate fuori dal portone non le aveva ritrovate in classe, e cosi’ erano stati avvertiti i genitori e poi la Questura. Nel pomeriggio del 26 i cellulari delle due giovanissime erano stati agganciati nella zona di Camerino, all’altezza del Lago di Caccamo. Poi piu’ nulla. Senza esito le ricerche condotte in tutta la provincia e da ieri anche a Roma, nell’ipotesi che le due minori potessero contare su qualche appoggio nella Capitale.

Ieri sera la polizia aveva diffuso le foto di Alessia e Abibe, paffutelle, capelli lunghi lisci, con una descrizione del loro abbigliamento, invitando chiunque avesse notizie a rivolgersi al 113. Poi nella notte, la svolta. E il sollievo delle famiglie di Alessia e Abibe, che pare fosse al suo secondo tentativo di fuga.