Cronaca Italia

Alessio Sanda: ricorda la lezione sul gas a scuola, a 9 anni salva la famiglia

monossidoGORIZIA – Quando Alessio Sanda è uscito dal bagno, qualche giorno fa, ha visto i genitori e la sorellina a terra. Svenuti, privi di conoscenza, all’improvviso. E’ stato allora che questo bambino di 9 anni di Monfalcone ha collegato quella strana situazione, che anche per un adulto sarebbe inspiegabile, con una lezione sui gas imparata a scuola quella stessa mattina.

Esalazioni di monossido di carbonio: non lo vedi, non ne senti l’odore, ma ti stordisce. Tu svieni e bastano pochi minuti per morire. Alessio non si è fatto prendere dal panico: ha aperto la finestra, ha preso uno dei cellulari di casa e chiamato i soccorsi. Ha portato fuori la sorellina nel passeggino, Sabina, di soli 3 mesi. Come è andata lo racconta lui stesso al Corriere della Sera:

«Avevo paura per Noemi — dice —. Ho riconosciuto il gas perché venivo da una stanza“pulita”. Allora mi sono tappato il naso, ho aperto la finestra e ho portato fuori dalla cucina l’altra mia sorellina, Sabina, che ha tre mesi ed era ancora nel passeggino».

«Ancora due minuti e non ce l’avremmo fatta — dice la mamma Elisabetta, 31 anni —. Io sono credente e sono convinta che Dio abbia lavorato tramite gli uomini: prima la lezione di Alessio, poi l’operatore dell’ambulanza, Davide, che è entrato senza aspettare che uscisse il gas e ha ripreso Noemi quando era già in choc cardiorespiratorio. Non è una questione di fortuna».

To Top