Alex Zanardi, Procura apre indagine: sotto verifica l’organizzazione della staffetta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2020 0:33 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2020 0:33
Alex Zanardi indagine sul grave incidente: verifica organizzazione

Alex Zanardi indagine sul grave incidente: verifica organizzazione (Foto ANSA)

SIENA – La Procura di Siena ha aperto un’indagine per fare chiarezza sulla dinamica del gravissimo incidente del campione paralimpico Alex Zanardi.

L’ex pilota di Formula 1 ha perso il controllo della sua handbike ed è finito fuori strada, schiantandosi contro un camion.

L’autista del mezzo non ha potuta fare nulla per evitarlo, come confermato da alcuni testimoni tra cui il ct della Nazionale Mario Valentini.

Il campione ha riportato gravissime ferite ed è stato operato d’urgenza alla testa.

Un delicato intervento durato tre ore, ma la prognosi di Zanardi è riservata.

Alex Zanardi, Procura apre indagine

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri, che hanno acquisito un video amatoriale della dinamica dell’incidente.

La Procura di Siena ha aperto un’indagine per accertare eventuali responsabilità sull’incidente in cui Alex Zanardi è rimasto ferito.

In particolare, i militari stanno verificando le modalità organizzative della staffetta.

In ospedale è arrivata la moglie Daniela, insieme al fratello e alla nipote, poi li ha raggiunti anche il figlio Niccolò. 

Ct Valentini: “Non è colpa del camion”

Mario Valentini, ct della nazionale, seguiva a bordo di un pulmino la staffetta Obiettivo 3 e ha raccontato a Radio Capital l’incidente.

“C’è un rettilineo lungo, in una discesa con pendenza al 4%, dicono si sia imbarcato e abbia preso un autotreno sul montante davanti”, ha detto.

Valentini ha aggiunto: “L’autotreno si è spostato di un metro, ma l’ha preso uguale”.

“All’imbocco della curva ha cambiato traiettoria e ha fatto una manovra azzardata”, prosegue.

Il ct ha detto: “Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due-tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato”.

Isoccorsi non sono stati facili: “Ce n’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo”.

Anche altri testimoni hanno confermato la dinamica dell’incidente e ora non resta che attendere i rilievi del caso. (Fonte: Repubblica)