Alex Zanardi, miglioramenti significativi: l’annuncio del San Raffaele

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Agosto 2020 14:02 | Ultimo aggiornamento: 19 Agosto 2020 14:08
alex zanardi, foto ansa

Alex Zanardi (nella foto Ansa), ospedale San Raffaele: “Miglioramente clinici significativi”

Alex Zanardi ha risposto con miglioramenti clinici significativi. Lo rende noto l’ospedale San Raffaele di Milano. 

Alex Zanardi “ha risposto con miglioramenti clinici significativi” dopo “un periodo durante il quale è stato sottoposto a cure intensive in seguito al ricovero del 24 luglio”.

Lo fa sapere l’ospedale San Raffaele di Milano. Zanardi, “per questa ragione attualmente è assistito e trattato con cure semi intensive presso l’Unità Operativa di Neurorianimazione, diretta dal professor Luigi Beretta”.

L’ospedale aggiorna in questo modo le condizioni del campione paralimpico, sempre ricoverato in Terapia intensiva, a due mesi dal drammatico incidente del 19 giugno in handbike vicino Siena. 

Alex Zanardi, le tre ipotesi sull’incidente

A proposito dell’incidente che lo ha coinvolto lo scorso 19 giugno, si parla di tre ipotesi: frenata improvvisa, velocità o problema tecnico della handbike.

La Procura, a luglio ha contattato un informatico per valutare le immagini video e i file di bordo. Un secondo tecnico è Marcello Bartolozzi, architetto e cicloamatore di Sinalunga.

Bartolozzi era al fianco di Zanardi al momento dell’impatto col camion. La Procura ha fatto analizzare da un perito tecnico la handbike in carbonio dell’atleta.

Il figlio: “Ce la farà. Ha una forza straordinaria”

Intervistato dal Corriere della Sera, Niccolò Zanardi, il figlio di Alex, sempre a luglio ha raccontato:  

“Papà sta un pochino meglio. I medici ci hanno spiegato nei dettagli tutto il percorso che dovrà seguire. Ci danno molte notizie e per fortuna positive”.

Ma la migliore è che oggi siamo già qui, per la riabilitazione, ed è passato soltanto un mese, un mese esatto dall’incidente”.

“Non è più in pericolo di vita – spiega – ed è già molto, ma ha davanti a sé un percorso ancora lunghissimo, e lo sappiamo, siamo preparati.

Siamo anche contenti perché il suo recupero è stato molto più veloce di quanto ci aspettassimo. Ma non bisognerebbe sorprendersi: questo è papà. È incredibile l’energia di quell’uomo, ha una forza straordinaria”  (fonte: Corriere della Sera, Ansa).