Alfredo Giacon ucciso a colpi di pietra. Arrestato killer: “Non ci ho visto più”

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 Maggio 2014 15:05 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2014 15:05
Alfredo Giacon ucciso a colpi pietra. Preso Samir Muzzin: "Non ci ho visto più"

Alfredo Giacon ucciso a colpi pietra. Preso Samir Muzzin: “Non ci ho visto più”

PADOVA – Lo ha ammazzato a colpi di pietra sul greto del fiume Brenta, a Fontaniva, in provincia di Padova. Samir Muzzin, 25 anni, cittadino italiano di origine nordafricana, è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario e rapina aggravata. E’ stato lui stesso a confessare l’efferato omicidio dopo un lungo interrogatorio: “Ho fatto una cazzata…, non so cosa m’ha preso, ma non ci ho visto più”, sono state le sue parole.

Il cadavere di Alfredo Giacon, 72 anni, ex gestore ormai in pensione del bar “Borsa” a Cittadella, è stato ritrovato martedì mattina, riverso sulle rive del fiume Brenta in una località, la spiaggetta di Ceo Pajaro, gettonata per incontri appartati tra omosessuali.

Sulla nuca presentava quattro profonde ferite provocate da un oggetto contundente, probabilmente uno dei ciottoli del fiume. Nell’interrogatorio Muzzin ha detto di aver colpito Giacon dopo aver rifiutato una proposta sessuale.