Aliano, si calano nel pozzo della discarica per ispezione: due operai morti intossicati

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 Agosto 2019 14:36 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2019 14:36
Aliano, si calano nel pozzo della discarica per ispezione: due operai morti intossicati

Il pozzo di una discarica in una foto d’archivio

MATERA – Sono scesi a 10 metri di profondità per ispezionare un pozzo di manutenzione di una discarica. Sono morti così due operai ad Aliano, in provincia di Matera. La tragedia si è consumata giovedì mattina. Nel posso è entrato prima un operaio, poi l’altro per soccorrere il compagno di lavoro. Sul posto sono al lavoro gli specialisti dei Vigili del fuoco che stanno cercando di recuperare i due cadaveri. 

I due si erano calati in un pozzo utilizzato per l’aspirazione del percolato, cioè del materiale prodotto dai rifiuti accumulati nella discarica. Quando il primo operaio si è sentito male a causa delle esalazioni di anidride carbonica, il collega è sceso per soccorrerlo, ma anche lui è rimasto intossicato mortalmente. L’allarme è stato dato dall’autista dell’autocisterna con cui i tre avevano raggiunto la discarica. La cisterna doveva, appunto, caricare del materiale accumulato in una vasca per trasferirlo in un centro di smaltimento.

Secondo le prime informazioni, i due operai, di circa 50 anni, sono entrambi di Potenza: la ditta che curava la manutenzione del pozzo, infatti, ha sede nel capoluogo lucano. La discarica è chiusa dal 2013, ma periodicamente vi si effettuano lavori di manutenzione, in particolare proprio nel pozzo per l’aspirazione del percolato.

Fonte: Ansa