Alitalia, bagagli perduti? Azienda comunica: “Aspettare una settimana”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Agosto 2014 13:52 | Ultimo aggiornamento: 7 Agosto 2014 13:52
Alitalia, bagagli perduti? Azienda comunica: "Aspettare una settimana"

Alitalia, bagagli perduti? Azienda comunica: “Aspettare una settimana”

ROMA – Agosto, hai un biglietto Alitalia in tasca e sei pronto a partire. Carichi il bagaglio in stiva o lasci perdere? Una domanda non scontata, dato che il rischio è di non vederlo più. I viaggiatori che in questi giorni hanno volato con Alitalia e corso il rischio si sono ritrovati col bagaglio smarrito. Tutto per lo sciopero bianco del personale Alitalia che è iniziato domenica 3 agosto e che ha portato ad accumulare all’aeroporto di Fiumicino bel 14mila bagagli. Per smaltire l’accumulo, ha dichiarato il 7 agosto la compagnia aerea, ci vorranno almeno 5 o 6 giorni. Sempre che l’agitazione non ricominci.

Secondo fonti Alitalia, si stima che, tra il 6 e il 7 agosto possano essere riavviati per essere restituiti tra i 5 ed i 6000 bagagli ai proprietari rimasti penalizzati. Di questi, solo oggi, circa 4000 a bordo di tir con destinazione diversi scali in Italia e all’estero. Rimangono tuttavia nello scalo, a vista, sia nel padiglione Net sia davanti agli hangar ed in altri punti ancora migliaia di colli in giacenza, segno che ci vorranno ancora giorni per far si che tutto torni alla regolarità.

L’obiettivo è anche di non accumulare altri bagagli in giacenza sull’operativo attuale. A supporto di Alitalia, a cui compete la completa gestione dell’handling (gestione bagagli, servizi di scalo e assistenza a  terra), continua ad operare la task force straordinaria di 200 uomini messa in campo da Adr e dedicata all’emergenza.

In queste ore, a quanto si è appreso altre compagnie aeree si starebbero rendendo disponibili per riavviare sui propri voli ulteriori bagagli in giacenza, compatibilmente con gli spazi disponibili in stiva, e restituirli in giro per l’Europa. Intanto, per il momento, risultano contenute le attese per la riconsegna bagagli ma, per il rallentamento delle operazioni di assistenza a terra, ci sono ancora diffusi ritardi nei voli Alitalia in partenza: dalle 7 alle 12 oltre 20 voli hanno subito ritardi superiori ai 25 minuti con punte anche di 50/60 minuti per i collegamenti diretti a Parigi, Nizza, Podgorica. Belgrado, Reggio Calabria, Ginevra. Molti passeggeri, ancora oggi, sono tornati davanti ai banchi d’assistenza per denunciare la mancata consegna del bagaglio o per cercare di rintracciarli.