Allerta mareggiate e venti fino a 200 km/h: danni, un morto e feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 gennaio 2018 18:22 | Ultimo aggiornamento: 17 gennaio 2018 18:50
mareggiate-venti

Allerta mareggiate e venti oltre i 200 km/h: interrotti collegamenti con le isole, 3 feriti

ROMA – E’ allerta maltempo da Livorno a Napoli. Le coste del Mar Tirreno sono oggetto di mareggiate, con onde fino a 6 metri, e raffiche di vento fino a 200 chilometri orari. Tanti i danni causati dal vento di burrasca, con pali e alberi divelti che hanno provocato 4 feriti. Un uomo è morto a Mesoraca, vicino Crotone, cadendo dal tetto su cui era salito proprio per verificare i danni causati dal vento. Interrotti i collegamenti con le isole a Livorno e Napoli.

Quella del 17 gennaio è stata una giornata di maltempo in cui il protagonista, sia pure in negativo, è stato il vento. Se le raffiche, secondo i meteorologi del Centro Epson Meteo, hanno superato i 100 km/h, in montagna, come riferisce Arpa Piemonte, si è arrivati ai quasi 200 km/h delle zone di cresta, scrive l’Ansa.

Giuseppe Talarico è morto a Mesocara, vicino Crotone, cadendo dal tetto di un edificio. L’uomo e il fratello, che è rimasto ferito in maniera non grave, erano saliti sul tetto proprio per verificare i danni provocati dal vento, che aveva scoperchiato la loro casa. Talarico è precipitato nel vuoto e le sue condizioni sono apparse subito gravissime: p morto poco prima di arrivare all’ospedale di Catanzaro, dove era stato trasferito.

Disagi per i traghetti: a Livorno sono stati interrotti i collegamenti con le isole minori a causa del forte vento di Libeccio che da ieri sera sferza la costa Livornese. Nel porto questa notte c’è stato un incidente: la nave Star Kinn, battente bandiera norvegese, un cargo di 200 metri di lunghezza, ha rotto gli ormeggi ed è andata a sbattere sul molo, su cui si è aperta una voragine di alcuni metri. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco in città e all’isola D’Elba.

Forte vento e mare molto mosso hanno bloccato quasi del tutto i collegamenti marittimi nel golfo di Napoli. Da Capri l’ultima partenza per Napoli è stata quella del traghetto delle 6.40. Ferme anche tutte le linee che collegano le isole di Ischia e Procida con il capoluogo. Ritardi per i traghetti in Sardegna a Olbia, Golfo Aranci e Santa Teresa di Gallura. Sempre in Sardegna le forti raffiche di maestrale hanno strappato la copertura di allumino del tetto di una scuola di Uta (Cagliari). Una mareggiata è stata registrata sul litorale romano: da Ostia fino a Fregene, passando per Fiumicino e Focene, la situazione appare critica sulla costa per l’erosione.

Forti raffiche di vento e pioggia a tratti intensa stanno creando numerosi disagi a Catanzaro e in provincia. Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per alberi abbattuti e finiti su auto in sosta, rimozione di ostacoli, cartelloni e pannelli pubblicitari divelti. In Toscana i vigili del fuoco sono intervenuti per rami, alberi e tegole pericolanti, e a causa del forte vento è stata sospesa la circolazione dalle 8 alle 9.40 sulla ferrovia Tirrenica tra Rosignano e Campiglia.

Le raffiche hanno fatto volare diversi materiali sulla linea elettrica tra Bolgheri e San Vincenzo danneggiandola. Tre i feriti in questa giornata di maltempo: il primo è una studentessa 17enne del liceo Virgilio, a Roma, colpita alla testa da una tegola caduta dall’edificio scolastico forse per il forte vento. Sempre a Roma un uomo di 53 anni dello Sri Lanka è stato ferito dalla caduta di un ramo sulla sua auto. Analogo incidente all’isola d’Elba: ferita una 28enne.