Allerta terrorismo Italia: San Pietro, Duomo e Scala Milano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2015 21:36 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2015 11:09
Allerta terrorismo in Italia: posto di blocco sull'Aurelia

Allerta terrorismo in Italia: posto di blocco sull’Aurelia

ROMA – Allarme attentati in Italia in seguito ad una segnalazione Fbi che indica come possibili obiettivi San Pietro a Roma, il Duomo e la Scala a Milano. Il Federal Bureau Investigation ha rilanciato ai servizi italiani una informativa a sua volta ricevuta dalla Dea. “Chiediamo ad Allah di sostenere i mujaheddin contro gli agenti dei leader dell’idolatria e i crociati finché la bandiera del Califfato non sarà issata su Istanbul e la Città del Vaticano“, è la minaccia dell’Isis contenuta nell’ultimo numero del loro magazine, Dabiq.

L’Fbi ha segnalato alle autorità italiane 5 nominativi sospetti su cui svolgere approfondimenti investigativi. Si tratterebbe, secondo quanto si apprende, di nomi arabi sui quali però, al momento, non ci sarebbero riscontri. L’informativa del Federal Bureau of Investigation, che a sua volta ha raccolto dalla Dea, l’Agenzia federale antidroga, le notizie passate agli italiani, ha fatto scattare immediatamente la massima allerta, anche se sia da Fbi sia dagli altri servizi stranieri e anche dalle verifiche che da giorni stanno conducendo i nostri apparati di sicurezza (dicono fonti dell’intelligence e dell’antiterrorismo) non sarebbero stati raccolti segnali diretti di minacce concrete per il nostro paese.

La prima conseguenza dell’allarme proveniente dagli Stati Uniti è stata la circolare che il Dipartimento di Pubblica Sicurezza ha inviato ai questori di Milano e Roma. Nel documento si chiede di rafforzare ulteriormente – per quanto possibile visto che l’allerta è già a livello 2, vale a dire l’ultimo primo del livello che scatta solo in caso di attacco terroristico – la vigilanza e il controllo nelle due città, con particolare attenzione ai luoghi di culto e di aggregazione.

Tre equipaggi del reparto prevenzione crimine di Firenze intanto, hanno effettuato nel pomeriggio di mercoledì un maxi posto di blocco sull’Aurelia, direzione sud, di prevenzione anti-terrorismo dopo i tragici fatti di Parigi. Dalle 14 tutti i mezzi sono stati incanalati, in collaborazione con Anas, all’interno dell’area di sosta “Molla”, nei pressi di Grosseto, dove sono stati controllati. Le attività sono andate avanti fino alle 17.30, e hanno permesso l’acquisizione di una serie di dati utili per il monitoraggio nella lotta al terrorismo internazionale.

Nella serata di mercoledì una borsa sospetta di colore scuro è stata rinvenuta alla fermata dell’autobus vicino l’ambasciata americana a Roma. Sul posto sono intervenuti gli artificieri hanno controllato il contenuto della valigia, segnalata all’incrocio tra via Veneto e via Bissolati. Gli agenti della polizia locale hanno chiuso il tratto di strada in corrispondenza dell’ambasciata.