Alluvione con beffa: tasse rinviate…di un giorno, concede il prefetto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 ottobre 2014 11:38 | Ultimo aggiornamento: 15 ottobre 2014 11:38
Genova, alluvione con beffa: tasse rinviate...di un giorno, concede il prefetto

Genova, alluvione con beffa: tasse rinviate…di un giorno, concede il prefetto

GENOVA – Alluvione con beffa: tasse rinviate…di un giorno, concede il prefetto. Un rinvio che ha il sapore della beffa per gli alluvionati di Genova: il prefetto Spena ha disposto che le cartelle esattoriali di Equitalia che scadevano il 13 ottobre, a causa del maltempo, potevano essere pagate con un giorno di ritardo, il 14, cioè ieri.

Il decreto porta la data del 12 ottobre, domenica. Tiene conto dell’«emergenza in atto connessa agli eventi alluvionali» e del fatto che «la situazione di Allerta 2 si protrarrà fino alle ore 23.59 di lunedì 13 ottobre»: i tecnici dell’Arpal (Azienda regionale per la protezione dell’ambiente ligure) non saranno abilissimi nel preavvertire la popolazione dei disastri incombenti, ma sono dei fenomeni nelle previsioni. Calcolano al minuto quando le nubi si schiuderanno sul cielo di Genova. Dalla mezzanotte sarà davvero un altro giorno.

E così i contribuenti che il giorno 13 avrebbero dovuto saldare le cartelle esattoriali, esaurita la perturbazione, la mattina del 14 (cioè ieri) non avevano più scuse per non versare il dovuto a Equitalia. La quale, tramite il direttore centrale sicurezza, aveva rivolto al prefetto Spena una «richiesta in tal senso per le vie brevi», cioè senza troppi protocolli. Una telefonata, forse una mail. Ma che bontà d’animo, che attenzione per gli sfollati. (Stefano Filippi, Il Giornale)