Alta Valle, turisti provocano due valanghe tra Bormio e Valfurva: denunciati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 aprile 2018 6:30 | Ultimo aggiornamento: 2 aprile 2018 21:00
Valanghe provocate da turisti in Alta Valle: 6 denunciati

Alta Valle, turisti provocano due valanghe tra Bormio e Valfurva: denunciati

SONDRIO – Hanno provocato due valanghe tra Bormio e Valfurva, nella provincia di Sondrio, e per questo motivo 6 turisti stranieri sono stati denunciati con l’accusa di valanga colposa il 31 marzo.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela.

I turisti hanno effettuato dei fuori pista in delle zone interdette allo sci, causando il distacco di due slavine che fortunatamente non hanno travolto alcun sciatore e non hanno causato vittime. Il quotidiano Il Giorno scrive che le indagini nell’Alta Valle hanno portato all’identificazione di sei turisti, che sono stati denunciati:

“La neve ha invaso in parte anche la pista da sci, dove fortunatamente non c’era nessuno. Infatti, parte della zona era stata chiusa proprio perché era ritenuto elevato il pericolo che si verificasse un distacco. I soccorritori, presto giunti sul posto, hanno effettuato la bonifica dell’area. Sono scattate anche le indagini, che hanno permesso di individuare lo sciatore che, facendo fuori-pista, ha provocato il distacco.

Si tratta di un 30enne, un turista straniero, europeo. È stato denunciato in stato di libertà per valanga colposa, stessa accusa mossa nei confronti di altri 5 sciatori (anche in questo caso turisti) che con il loro passaggio hanno causato il distacco di una valanga del fronte di 40 metri in Valfurva. Anche in questo caso, fortunatamente, nessuno è rimasto sotto l’imponente distacco, ma le conseguenze potevano essere davvero gravi. E gli esperti ricordano: il pericolo-valanghe in questo periodo è marcato (3 su una scala che va da 1 a 5), bisogna prestare la massima attenzione ed evitare il fuoripista”.