Cronaca Italia

Altero Matteoli, colpo di sonno alla guida? Le ipotesi dell’incidente mortale

matteoli-incidente

L’auto di Altero Matteoli dopo l’incidente (foto Ansa)

CAPALBIO – Sarebbe stato un colpo di sonno a uccidere Altero Matteoli: non sarebbe stato un malore la causa che ha portato allo sbandamento della Bmw guidata dal senatore ed ex ministro, morto due giorni fa a seguito delle ferite riportate nello scontro frontale con un’altra vettura ad Ansedonia di Capalbio (Grosseto). Questo, secondo quanto appreso, il responso dell’autopsia effettuata stamani all’ospedale di Orbetello dall’equipe di medicina legale di Siena.

Non è da escludere, quindi, che la deviazione improvvisa di corsia, che sarebbe stata fatta dall’auto di Matteoli, possa essere stata la conseguenza di una distrazione o di un colpo di sonno. Serviranno comunque ulteriori accertamenti per chiarire la dinamica dell’incidente: la polizia stradale di Grosseto è tornata sul luogo dello scontro proprio per fare ulteriori accertamenti.

“Fare ipotesi sulle cause e sulla dinamica dell’incidente stradale, in cui lunedì scorso ha perso la vita il senatore Altero Matteoli, é arbitrario e fuorviante essendo ancora in corso gli accertamenti della polizia stradale mentre quelli del consulente della procura di Grosseto inizieranno il prossimo 19 gennaio”. E’ quanto precisa in una nota l’avvocato Franco Mugnai che assiste la famiglia dell’ex ministro. “Altrettanto destituito di fondamento è avanzare ipotesi sull’autopsia che è stata effettuata stamani e i cui esiti non sono ancora noti”.

To Top