Roma: per l’ambiente si punta su bio-sacchetti, eco-pannolini e distributori di acqua minerale

Pubblicato il 26 Novembre 2010 17:01 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2010 19:35

Otto distributori che, a partire da dicembre, distribuiranno a pochi centesimi acqua depurata e mineralizzata; l’abolizione progressiva dei sacchetti di plastica per far posto a quelli ‘bio’ e l’avvio delle ‘Oliimpiadi’, un progetto nelle scuole per la riduzione degli oli da cucina. Queste le principali iniziativa che Roma Capitale metterà in campo per la riduzione dei rifiuti, in occasione della settimana europea dedicata. Ai tre progetti se ne affiancheranno altri dell’assessorato capitolino all’Istruzione. L’assessore Laura Marsilio ha annunciato: ”Lavoreremo per introdurre il fotovoltaico nelle scuole, arredi eco-sostenibili e vetture per il trasporto degli alimenti a basso impatto ambientale. Inoltre miglioreremo la raccolta differenziata”.

E rispondendo all’appello dell’associazione ambientalista ‘Fare Verde’ per la promozione di pannolini lavabili per bambini, ha aggiunto: ”Stiamo partecipando ad un bando per accedere ad un finanziamento europeo e introdurre pannolini lavabili”. ”Le ‘Oliimpiadi’ saranno gare tra le scuole (sono interessati 80 plessi scolastici e 30.000 studenti delle primarie) che consegneranno flaconcini con olii esausti da cucina da riutilizzare. Questo campionato produrrà un risparmio di 40.000 kg di olii e 120.000 kilowat di energia. Un’altra iniziativa molto importante sono gli otto box per la distribuzione dell’acqua a Roma (quattro finanziati dalla Regione, quattro da noi), un’acqua già ottima che verrà trasformata in minerale, sia liscia che gasata. Ogni cittadino potrà prelevarla in bottiglie di vetro con soli 5 centesimi”.