Amianto su elicotteri Finanza: piloti ammalati. Indaga Procura

di Redazione blitz
Pubblicato il 30 Novembre 2015 13:09 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2015 13:10
Amianto su elicotteri Finanza: piloti ammalati. Indaga Procura

Elicotteri della Guardia di Finanza

ROMA – Hanno lavorato sugli elicotteri e negli hangar, per anni, a contatto con l’amianto. Senza essere informati dei rischi che stavano correndo per la loro salute e per quella delle loro famiglie. Senza specifiche precauzioni. Tanto che “dagli accertamenti sanitari è emerso che alcuni militari hanno riportato dei danni alla salute presumibilmente da esposizione all’amianto e per cui i medesimi sono sottoposti a esami clinici e opportune terapie”.

Come riporta Il Messaggero di Roma in un articolo a firma di Michele Galvani,

venti elicotteristi – in servizio o in congedo – della Guardia di Finanza, di base presso la caserma di Pratica di Mare, hanno presentato un esposto alla Procura di Torino – al pm Raffaele Guariniello – per “esposizione non segnalata all’amianto contenuto nei componenti e parti meccaniche di alcuni elicotteri in dotazione al corpo”.

La richiesta di chi ha fatto denuncia tramite l’avvocato Carla Delle Fave è semplice:

la Procura indaghi e disponga “gli opportuni accertamenti, valutando gli eventuali profili di illiceità penale e nel caso individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti”. Il loro timore è che le fibre di amianto siano “comunque dannose all’organismo umano, anche prima che insorga l’eventuale patologia tumorale – patologia che può insorgere anche a distanza di anni – poiché è un cancerogeno completo”. I primi segnali risalgono a due anni fa circa.

Alcuni addetti alla manutenzione vengono a sapere che la società Agusta nel 2013 ha provveduto a comunicare “al Comando Generale della GdF, su richiesta dello stesso, la presenza di particolari di componentistiche contenenti amianto nei velivoli di propria costruzione: si tratta dei modelli CH109 – HH412 e dell’elicottero serie NH500”.

Gli accertamenti arrivano dal comando del Centro di aviazione di Pomezia con le misurazioni della Asl di Viterbo. Gli elicotteristi affermano che fino al 2013 non hanno “mai avuto notizia diretta o indiretta” e non hanno “mai assistito a controlli mirati a riscontrare la presenza di amianto” (…)