Ancona: stalker respinto tenta il suicidio e fa esplodere palazzo

Pubblicato il 25 Novembre 2011 18:08 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2011 18:09

AGUGLIANO (ANCONA) – Era stato denunciato per stalking e sequestro di persona ai danni della sua ex fidanzata, e da tempo minacciava il suicidio ''per amore''. Oggi ha messo in pratica il proposito, facendo esplodere con una bombola di gas l'appartamento in cui vive e mezzo palazzo. E' successo ad Agugliano, in provincia di Ancona. Lo stalker, ricoverato in prognosi riservata con ustioni di secondo e terzo grado, è un uomo di 32 anni, S. E., nato nello Zaire, immigrato in Italia, disoccupato.

Residente a Offagna, si era da poco trasferito ad Agugliano. Ai vicini di casa aveva detto che prima o poi l'avrebbe fatta finita, visto che la sua ex, una ragazza di 25 anni, benche' perseguitata per mesi non voleva saperne di tornare con lui. Per convincerla, l'aveva minacciata su Facebook e da ultimo l'aveva rapita per strada, ma lei era riuscita a liberarsi, e l'aveva denunciato ai carabinieri.

Oggi S. E. si è procurato una bombola di Gpl da 10 kg, l'ha portata in cucina e ha aperto la valvola per far uscire il gas. La saturazione dell'appartamento ha provocato un'esplosione che ha semidistrutto l'alloggio e lesionato seriamente tutto il palazzo. L'incendio e' stato poi spento dai vigili del fuoco, che sono riusciti anche a mettere in sicurezza la bombola.

Ferito ad una gamba e con ustioni al volto e al 50% del corpo, oltre che in stato confusionale, lo stalker e' stato ricoverato nell'ospedale di Torrette ad Ancona. Della sua posizione si occupano i carabinieri e la procura. Sotto sequestro quel che resta del suo alloggio.