Cronaca Italia

Andora, treno pericolante: una gru lo aggancerà dal mare. Lunedì ci provano

Andora, treno deragliato si recupera così: il piano di salvataggio

Il treno in bilico tra Andora e Cervo (Foto ansa)

ANDORA (SAVONA) – Il treno in bilico tra rocce e mare ad Andora, in provincia di Savona, deragliato lo scorso 17 gennaio verrà rimesso sui binari, e poi portato via, da una gru su chiatta ancora a circa 60 metri di distanza dalla costa. I lavori inizieranno lunedì 3 febbraio e dovrebbero finire in 6-8 settimane.

Una volta rimesso il convoglio sui binari avverrà il recupero della terza e quarta carrozza. E finalmente il collegamento ferroviario tra Francia e Italia, a binario unico, sarà ripristinato. L’Intercity 660 era deragliato per la frana di alcuni terreni tra Cervo (Imperia) e Andora (Savona).  

E’ pronto anche il piano di intervento per la prima messa in sicurezza dell’area, per recuperare il locomotore e le vetture e per sistemare la frana. Nella prima fase delle attività “è prevista la stabilizzazione dell’area con la ‘chiodatura’ del terreno. Quindi verrà demolito il terrazzo crollato, facendolo a pezzi con macchine particolari, studiate proprio per rompere il calcestruzzo. Allo stesso tempo si installeranno dei pali nel terreno per poi rimuovere anche la terra franata a valle senza compromettere la stabilità del terreno.

La riattivazione della circolazione ferroviaria avverrà, inizialmente, con una riduzione di velocità nel tratto interessato dalla frana. Il locomotore che ha subìto i danni più gravi una volta recuperato verrà sottoposto a verifiche per valutare i costi di ripristino. 

To Top