Andrea Bartoli colpito da fulmine a Piombino, salvato col massaggio cardiaco

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 agosto 2018 14:25 | Ultimo aggiornamento: 20 agosto 2018 14:25
Andrea Bartoli colpito da fulmine su un'amaca a Piombino, salvato col massaggio cardiaco

Andrea Bartoli colpito da fulmine a Piombino, salvato col massaggio cardiaco (foto Ansa)

PIOMBINO – Andrea Bartoli stava prendendo il sole comodamente sdraiato su un’amaca, nella spiaggia di Vignale-Riotorto, a Piombino (Livorno), quando è stato colpito da un fulmine ed è andato in arresto cardiaco [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. L’uomo, un 48enne di Bagno a Ripoli (Firenze), è salvo grazie alla presenza di un medico e un infermiere che si trovavano poco lontano per altri motivi e che hanno iniziato subito le manovre di rianimazione e il massaggio cardiaco.

Sul posto è poi arrivato l’elicottero Pegaso e altri sanitari si sono calati con il verricello: dopo averlo stabilizzato lo hanno trasferito all’ospedale di Grosseto. Le sue condizioni sarebbero gravi ma il 48enne non sarebbe in pericolo di vita.

Alessandro De Gregorio sul Tirreno spiega l’esatta dinamica dell’incidente: stando al racconto della moglie di Bartoli e alla testimonianza di Larissa Belinska, la coordinatrice del piano di salvamento, il turista fiorentino in quel momento si trovava dunque in pineta, sdraiato su un’amaca legata a due alberi. Un fulmine si è abbattuto proprio lì vicino, colpendo a quanto pare un tubo o comunque una struttura di ferro in spiaggia. E una delle saette laterali, cioè un residuo del fulmine, si è scaricata addosso al bagnante. Lo ha colpito alla schiena, procurandogli una vistosa ferita, e lo ha attraversato, uscendo da un lato del collo.