Andrea De Filippis confessa omicidio Maria Tanina Momilia. L’ha uccisa con un peso da palestra e poi soffocata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2018 16:28 | Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2018 16:28
Andrea De Filippis confessa omicidio Maria Tanina Momilia. Un'ora prima l'avvocato: "Estraneo ai fatti"

Andrea De Filippis confessa omicidio Maria Tanina Momilia. Un’ora prima l’avvocato: “Estraneo ai fatti”

ROMA – Andrea De Filippis, il personal trainer indagato per la morte di Maria Tanina Momilia, si è costituito presso la stazione dei carabinieri di Fiumicino, vicino Roma. L’uomo ha confessato l’omicidio. Solo mezz’ora prima il legale del reo confesso aveva dichiarato pubblicamente il suo assistito “assolutamente estraneo ai fatti” contestati. “Anzi, ciò che è successo alla vittima ha causato in lui, oltre ad essere affranto per questa situazione mediatica in cui è stato coinvolto suo malgrado, anche l’aspetto di tristezza per la perdita di una sua allieva, che lo ha sconvolto”, ha aggiunto l’avvocato.

L’ha prima colpita più volte con un peso da palestra alla testa e poi le ha messo un sacchetto di plastica sul volto per soffocarla. Queste le efferate modalità con cui De Filippis, ex poliziotto in pensione, ha stroncato la vita della 39enne madre di due bambine. L’omicidio è stato pianificato con freddezza e lucidità dall’assassino, che nelle ore successive si è disfatto del corpo della donna in un canale di bonifica poco distante dalla palestra. L’omicidio sarebbe maturato domenica mattina intorno alle 10. Forse un litigio degenerato tra i due amanti alla base della tragedia. 

Già ieri tuttavia le indagini si erano concentrate sulla palestra di De Filippis. La vittima era scomparsa domenica e ritrovata morta il giorno seguente in un canale di bonifica di Fiumicino con ferite sulla testa. Secondo gli inquirenti la palestra sarebbe uno degli ultimi luoghi, o forse proprio l’ultimo, in cui ha messo piede la donna prima di morire. Per questo i carabinieri, su disposizione dell’autorità giudiziaria, avevano posto ieri i sigilli ai locali.

All’interno sarebbero state scoperte tracce utili per far luce sull’omicidio della commessa 39enne, madre di due figli. De Filippis e Maria si erano incontrati la mattina del delitto. Dai primi esami è stato confermato che la donna è stata colpita alla testa con un corpo contundente che al momento non è stato ritrovato. Probabilmente quando è stata portata nel canale era già morta. A denunciarne la scomparsa era stato il marito dicendo di non avere più sue notizie dalle 10 di domenica.