Andrea Grilli, runner caduto sul Resegone si sveglia dal coma: “Ciao amore”

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Dicembre 2019 20:38 | Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2019 8:55
Andrea Grilli, runner caduto sul Resegone si sveglia dal coma: "Ciao amore"

Una immagine di Andrea Grilli tratta dal profilo Facebook dell’ASD Falchi di Lecco

ROMA – “Ciao amore”. Si è svegliato così dal coma Andrea Grilli, il runner che a fine novembre era scivolato durante un allenamento sul versante bergamasco del Resegone.

Quando ha riaperto gli occhi e visto la moglie Ramona, che da circa un mese è rimasta stretta al suo capezzale, l’ha salutata come se nulla fosse mai accaduto. A raccontarlo, in un lungo post su Facebook è la società sportiva Asd Falchi di Lecco, di cui Andrea faceva parte. 

Un vero e proprio miracolo di Natale per i tanti che si erano stretti attorno al giovane atleta.Il post ripercorre tutta la vicenda di Andrea. Il 30 novembre scorso, il giovane “parte da casa alle ore 6. È da solo. Seguendo il Sentiero n.1, raggiunge la vetta intorno alle ore 8 e incomincia a scendere”. Dopo la caduta, “viene ritrovato grazie ad un altro escursionista scivolato nella stessa zona”.

Viene trovato “in ipotermia, è privo di coscienza, ha numerose contusioni e fratture, i polmoni collassati, ma è vivo”. Il runner viene portato subito in elicottero all’Ospedale di Bergamo nel reparto di terapia intensiva”. La temperatura corporea viene riportata a 36 °C e con il passare dei giorni i parametri vitali si stabilizzano. Respira autonomamente ma non si sveglia.

Tuttavia, ricorda il gruppo sportivo lecchese, “ogni giorno c’è un impercettibile progresso: piccole reazioni alle voci esterne, gli occhi che si aprono, il ritmo del respiro che accelera, la mano che stringe debolmente quella della persona che gli parla”. La svolta arriva lunedì 23 dicembre: “È pomeriggio, è l’orario delle visite per Andrea, la sua amata moglie Ramona gli parla come sempre e Andrea ha la reazione decisiva che tutti aspettavamo. Apre gli occhi, con una nuova luce che finalmente li inonda. Apre la bocca e pronuncia le parole più belle: ‘Ciao Amore!'”.

Il post si conclude con una citazione di Paulo Coelho: “Riusciamo a comprendere il miracolo della vita solo quando lasciamo che l’inatteso accada”. Non manca un ringraziamento allo stesso runner: “Grazie Andrea per averci fatto sentire tutti come fratelli, uniti nella speranza, fiduciosi nella preghiera, ognuno a suo modo”. 

Fonte: Ansa