Andrea Magnani, complice di Martina Levato e Alex Boettcher con parrucca bionda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Febbraio 2015 12:19 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2015 12:19
Andrea Magnani, complice di Martina Levato e Alex Boettcher con parrucca bionda

Martina Levato e Alexander Boettcher

MILANO – Si chiama Alessandro Magnani, ha 32 anni e lavora in banca a Basiglio (Milano) il terzo uomo dell’aggressione con l’acido a Paolo Barbini arrestato il 3 febbraio. Magnani, secondo l’accusa, il 28 dicembre avrebbe aiutato Martina Levato e Alexander Boettcher ad organizzare l’agguato allo studente di Economia, ex compagno di liceo di Martina al Parini di Milano.

Magnani, che aveva conosciuto Boettcher in palestra, è l’uomo con la parrucca bionda ripreso in un video trovato dalla difesa dello stesso Boettcher mentre cammina sul marciapiede di via Carcano la sera del 28 dicembre con una giacca gialla e due bottiglie di acido in mano.

E’ Magnani che, secondo quanto riferisce Paolo Colonnello sulla Stampa, ha accompagnato Martina Levato con una parrucca rossa sul luogo del delitto con la sua Fiat Punto nera e la ha aiutata a fuggire, ospitandola nella sua casa di viale Monza. E’ sempre lui, scrive sempre Colonnello, che, su richiesta di Boettcher, si è messo una parrucca bionda per telefonare, da un internet point, a Barbini per organizzare la finta consegna di un pacco, appuntamento per l’agguato.

Sempre Magnani avrebbe accompagnato la coppia in via Nino Bixio la sera del 15 novembre, quando ad essere aggredito fu il giovane fotografo Giuliano Carpelli, che aveva avuto una breve relazione in discoteca con Levato.

Gli investigatori non escludono, poi, che Levato, Boettcher e Magnani abbiano aggredito anche Stefano Savi, che somiglia molto a Carparelli e forse è rimasto vittima di uno scambio di persona. In ogni caso, quell’aggressione gli ha provocato ustioni che lo hanno sfregiato a vita.