Andrea Rocchelli, Vitaly Markiv condannato a 24 anni per l’omicidio del fotoreporter

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Luglio 2019 16:37 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2019 16:37
Il passaporto di Andrea Rocchelli (foto Ansa)

Il passaporto di Andrea Rocchelli (foto Ansa)

ROMA – La Corte d’Assise di Pavia ha condannato a 24 anni Vitaly Markiv, 29enne militare della Guardia nazionale ucraina, unico imputato nel processo per l’omicidio di Andrea Rocchelli, il fotoreporter pavese di 30 anni ucciso il 24 maggio 2014 nella regione del Donbass dove stava effettuando un reportage

Il pm Andrea Zanoncelli aveva chiesto la condanna a 17 anni per concorso in omicidio mentre la difesa aveva chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto.

Rocchelli è stato ucciso nel Donbass, in Ucraina, il 24 maggio 2014 in un attacco a colpi di mortaio, insieme a lui morì anche il giornalista russo Andrei Mironov e rimase gravemente ferito il collega francese William Roguelon. Rocchelli si trovava nei pressi della città di Sloviansk, uno dei centri maggiormente colpiti nel conflitto tra nazionalisti ucraini e separatisti filorussi, per documentare le condizioni dei civili in quel territorio di guerra.