Andreas Lubitz, ex pilota Pallini: Controlli psichiatrici solo su chi ha avuto problemi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2015 20:13 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2015 20:13
Andreas Lubitz, ex pilota Pallini: Controlli psichiatrici solo su chi ha avuto problemi

Andreas Lubitz, ex pilota Pallini: Controlli psichiatrici solo su chi ha avuto problemi

ROMA – Controlli sullo stato di salute mentale dei piloti? Ci sono, ma solo nel caso in cui siano già emersi dei disturbi in precedenza o nel caso in cui il pilota sia stato segnalato, anche in forma anonima, da qualche collega. La vicenda dell’airbus A320, e la probabile responsabilità del copilota Andreas Lubitz nello schianto, accendono il dibattito sugli esami cui sono sottoposti i piloti. Lufthansa, infatti, ha precisato che Lubitz aveva tutto in regola per poter volare.

Ma quali siano questi controlli lo spiega a La Stampa Pietro Pallini, ex pilota e curatore del sito manualedivolo.it. Intervistato da Luigi Grassia Pallini sui controlli spiega che i piloti

Devono avere i requisiti per la qualifica Aem, cioè Aeronautical Medical Examiner, e operare in strutture a loro volta certificate. I controlli che fanno sono dei normali check-up, per accertare che lo stato di salute sia compatibile con quanto si richiede a un pilota. Ma per quanto riguarda l’aspetto psicologico si fa qualche domanda solo in occasione della prima visita».

Di altri e successivi controlli, invece, non se ne parla:

«Solo se il medico viene a sapere che il pilota ha dato segno di problemi di squilibrio o se emerge una patologia che può avere anche un risvolto di quel tipo. In questo caso si fa una visita psicologica o psichiatrica approfondita».